GMI
Grandi Molini Italiani

Services

Brief Progetto

La storica sede di Marghera della più grande azienda produttrice di farina d’Italia si rinnova.

In un’ottica razionale e molto attuale, il progetto mira a riutilizzare il capannone uffici e servizi esistente e a riqualificarlo puntualmente tramite la ri-funzionalizzazione degli spazi ad uso ufficio, la completa ristrutturazione della zona servizi, il restyling complessivo con un occhio di riguardo all’immagine coordinata dell’azienda.

Collaborazione

COLLABORAZIONE 100%
RIUSO 70%
SU MISURA 30%
  • Superficie: 600 mq Piano Terra servizi
  • Superficie: 900 mq Piani Primo e Secondo uffici
  • Importo lavori: 470.000 € per PT servizi e 385.000 € per P1 e 2 uffici
  • Titolare dell’incarico: Studio Architetti Mar Srl
  • Servizi svolti: Progettista e Project Manager e Ispettore di Cantiere per conto dello Studio Architetti Mar Srl
  • Cliente: Grandi Molini Italiani
  • Data: 2012/2015
  • Stato Incarico: concluso – lavori parzialmente eseguiti

Il progetto ha riguardato la ristrutturazione complessiva del fabbricato: a partire dalla nuova immagine corporativa dell’azienda, il concept ha individuato alcuni locali di accoglienza del pubblico da riqualificare in modo profondo attraverso l’uso dei colori aziendali (marrone brunito, giallo zafferano e grigio polvere).

La fase realizzativa è partita da interventi urgenti di sanificazione della zona servizi di supporto agli operai. Il rifacimento dei bagni, degli spogliatoi e della cucina ha permesso di inserire alcuni degli elementi progettuali già pensati a livello esecutivo per la parte di ingresso alla zona uffici dell’azienda. Studio della luce e della disposizione dei colori aziendali hanno caratterizzato l’intervento. In questi locali di servizio si è pensato di dare maggiore risalto al giallo zafferano in abbinata al grigio polvere. Trattandosi infatti di spazi dedicati alla pausa dal lavoro (come la mensa) o al cambio turno (come i servizi e gli spogliatoi) il progetto punta così a rendere questi ambienti più vivaci e adatti ad aggregare le persone. Si utilizza il giallo a parete, per orientare i percorsi o definire in modo evidente alcune funzioni (guidare l’ingresso in mensa, connotare le porte dei bagni e la zona docce, caratterizzare gli armadietti dello spogliatoio); il grigio invece viene usato come contrappunto a pavimento e a soffitto. La luce è stata attentamente progettata: la disposizione e la scelta dei corpi illuminanti mira a dare ritmo e luce a spazi che altrimenti sarebbero risultati piuttosto piatti e vuoti.
Il progetto, sviluppato fino alla fase esecutiva, ha riguardato tutta la palazzina uffici e servizi. Essa alloggia al suo interno: ai 2 piani superiori, locali ad uso ufficio; al piano terra, tutti i servizi per gli operai impegnati nella parte produttiva e industriale dell’azienda, quindi: spogliatoi con bagni e docce per gestire il cambio turno delle squadre, cucina aziendale e mensa.
Anche per gli uffici si parte dalla nuova immagine corporativa dell’azienda: il concept ha individuato alcuni locali di accoglienza del pubblico da riqualificare in modo profondo attraverso l’uso dei colori aziendali (marrone brunito, giallo zafferano e grigio polvere).
Il forte impatto della luce caratterizza il nuovo ingresso della sede di GMI, enfatizzando il gioco dei colori aziendali e degli elementi infografici cui viene affidata la comunicazione dell’immagine aziendale.
Il “gioco” si ripete nei locali che funzionalmente accompagnano il visitatore fino alla sua destinazione, per cui le scale di accesso al piano primo sono pensate con le medesime caratteristiche: colori aziendali e luce stripled ritmica ad enfatizzare i colori.
Il percorso traguarda presso il banco della reception, pensato come punto di arrivo del percorso sopradescritto, e quindi anch’esso caratterizzato dall’uso di scritte, luci e colore, in modo da divenire elemento riconoscibile e rappresentativo dell’azienda.